Quando un uomo saggio apprende del Tao,
lo pratica diligentemente.

Quando un uomo medio apprende del Tao,
lo pratica qualche volta e spesso lo ignora.
Quando un uomo inferiore apprende del Tao,
scoppia a ridere.
Se non ne ridesse, non sarebbe il Tao.

Da qui gli antichi detti:
La via per l’illuminazione appare oscura.
La via che avanza sembra regredire.
La via che è facile appare difficile.
La più alta virtù sembra vuota.
La più pura bontà sembra sudicia.
La più profonda creatività sembra inutile.
Il più forte potere sem bra debole.
La cosa più naturale sembra irreale.
Il più vasto spazio non ha angoli.
Il più grande talento matura lentamente.
La miglior voce non può essere udita.
La più grande immagine non può essere vista.

Il Tao è nascosto e non ha nome.
Soltanto il Tao nutre e porta tutto a compimento.