Ci capita spesso, durante la giornata, di irritarci dei comportamenti fastidiosi di chi incontriamo in una delle nostre tante incombenze quotidiane.

Possiamo arrabbiarci, litigare e rovinarci la giornata oppure cogliere l’occasione per riflettere su quanto accaduto e chiederci quanto anche noi, a volte, senza volerlo, abbiamo degli atteggiamenti fastidiosi per gli altri.

E possiamo anche andare oltre!
Non solo chiederci cosa facciamo di irritante per gli altri, ma anche interrogarci su cosa potremmo fare perché chi è intorno a noi – parenti, amici, familiari, colleghi di lavoro o semplici sconosciuti – possa trarre giovamento dal condividere il suo tempo con noi.

Che si tratti di pochi istanti o di una vita insieme, la maggior parte delle nostre azioni hanno il potere di influire sulla vita di chi ci sta intorno.

Questa riflessione è ancora più importante per chi ha in qualche modo a che fare con bambini e adolescenti; genitori, insegnanti, tutor hanno un grande potere e una grande responsabilità, perché un bambino non fa quello che gli diciamo ma quello che ci vede fare!

Ecco allora di seguito una serie di semplici ma potenti azioni che a noi non costano (quasi) niente, ma che possono grandemente influire sulla vita di chi sta intorno e mostrare ai nostri bambini il modo migliore per interagire con gli altri.

Essere puntuali.
Donare il sangue.
Presentarsi preparati.
Rispettare la parola data.
Lasciare un caffé sospeso.
Rispettare le aree silenzio.
Dire “grazie” e “per favore”.
Ammettere un proprio errore.
Rispettare il tempo degli altri.
Dare precedenza ad un pedone.
Dire “buongiorno” o “buonasera”.
Ascoltare gli altri quando parlano.
Avere pazienza in mezzo al traffico.
Raccogliere una cartaccia per strada.
Spegnere le luci quando non servono.
Sorridere alle persone che incontriamo.
Donare vestiti e oggetti che non usi più.
Tenere la porta aperta per qualcun altro.
Ringraziare pubblicamente una persona.
Condividere conoscenze utili con gli altri.
Mettere passione in quello che facciamo.
Fare un complimento, senza secondi fini.
Fare un gesto amorevole al tuo/a partner.
Offrire il proprio posto a sedere sui mezzi.
Rispettare la natura durante le escursioni.
Dare un’indicazione ad un turista confuso.
Condividere contenuti costruttivi sui social.
Aiutare una persona anziana con la spesa.
Essere sempre gentili con chi sta lavorando.
Donare libri usati ad una biblioteca cittadina.
Scrivere messaggi di sostegno ad un amico.
Fare un cm in più di quanto ci viene richiesto.
Complimentarsi con chi ha fatto un bel lavoro.
Lasciar passare alla cassa chi ha poche cose.
Condividere libri, film o musica che ci ispirano.
Lasciare una recensione positiva a chi lo merita.
Invitare qualcuno ad unirsi per una passeggiata.
Rispettare gli spazi comuni come fossero nostri.

Non potremo fare sempre tutto, e non sempre saremo all’altezza del nostro impegno, ma fare del nostro meglio per portare un po’ più di bellezza e gentilezza nella vita di tutti i giorni può fare davvero la differenza, e allora, perché non provarci?

(Post ispirato da una email di Andrea Giuliodori di EfficaceMente)